10th Tattoo Expo Bologna

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
FILTER BY COUNTRY
★ TOP ★
Albania
Argentina
Australia
Austria
Belarus
Belgium
Bolivia
Brazil
Bulgaria
Canada
Chile
China
Colombia
Costa Rica
Croatia
Cyprus
Czech Republic
Denmark
Dominican Republic
Ecuador
Egypt
El Salvador
Finland
France
French Polynesia
Germany
Greece
Guadeloupe
Guatemala
Hungary
Iceland
India
Indonesia
Ireland
Italy
Japan
Korea
Lebanon
Liechtenstein
Lithuania
Luxemburg
Malaysia
Mexico
Nepal
Netherlands
Netherlands Antilles
New Zealand
Nicaragua
Norway
Panama
Peru
Philippines
Poland
Portugal
Puerto Rico
Romania
Russia
Seminars
Serbia
Singapore
Slovakia
Slovenia
South Africa
Spain
Sri Lanka
Suriname
Sweden
Switzerland
Taiwan
Thailand
Trinidad e Tobago
Turkey
Ukraine
United Kingdom
United States
Uruguay
Venezuela
Vietnam
Shares

06 April • 08 April 2018

SHOW TIMES

Friday15:00 – 00:00
Saturday12:00 – 00:00
Sunday12:00 – 22:00

CONTACTS

INFO

Unipol Arena
Via Gino Cervi, 2
40033 Casalecchio di Reno BO
Italy

   FIND HOTEL

Info biglietto:
€ 21,50 giornaliero (€ 41,50 abbonamento 3 giorni)
http://www.tattooexpo.info/tickets/

Dal 6 all’8 aprile torna all’Unipol Arena di Bologna la X edizione della convention internazionale di tatuaggio. Ospiti d’eccezione le leggende del tattoo Filip Leu, Luke Atkinson e Tin-Tin

Torna Tattoo EXPO Bologna, la convention internazionale del tatuaggio che per tre giorni, da venerdì 6 a domenica 8 aprile, porterà all’Unipol Arena oltre 300 tatuatori provenienti da ogni parte del mondo. La X edizione organizzata da Marco Leoni e Genziana Cocco, due capisaldi dell’arte del tattoo a Bologna, ha come obiettivo quello di valorizzare la qualità artistica del tatuaggio e soprattutto quella che perdura nel tempo, motivo per cui fra le categorie in gara quest’anno è stata istituita per la prima volta la “best old tattoo”, che premierà il miglior tatuaggio con più di 10 anni.

Presenti in giuria alla convention ci saranno anche tre fra i padri fondatori del tatuaggio moderno in Occidente, mai visti in Italia insieme: lo svizzero Filip Leu, l’inglese Luke Atkinson e il francese Tin-Tin.

La Tattoo EXPO Bologna, nata all’inizio degli anni ’90 e ripresa in questi ultimi 3 anni, è stata una delle prime convention dedicate al tatuaggio in Italia,  portando nei propri spazi alcuni degli artisti dell’inchiostro sotto pelle più significativi del mondo tattoo. Ieri come oggi l’obiettivo è quello di mettere in contatto i veterani con i giovani talentuosi tattoo artist provenienti da ogni parte del mondo. Fra i maestri tatuatori presenti quest’anno ci sarà Filip Leu, una leggenda vivente del tatuaggio a livello mondiale. Figlio e nipote di artisti, specializzato in tatuaggio giapponese, Filip è diventato un maestro della materia iniziando a tatuare all’età di 11 anni. Negli ultimi 30 anni ha formato e influenzato numerosi artisti tatuatori in Svizzera e all’estero. Dagli inizi degli anni ’80, Filip dipinge e tatua insieme a sua moglie Titine nel suo studio “The Leu Family’s Family Iron” a Sainte-Croix in Svizzera, e insieme hanno fondato anche l’Art Fusion Experiment, una community che coinvolge tatuatori internazionali in live paintings a più mani. L’altra guest star è Luke Atkinson, tatuatore giramondo che già all’inizio degli anni ’80 diventa uno dei più influenti al mondo grazie alla capacità di applicare la tecnica “Neo-Japanese”, ovvero l’uso di aghi di diversa dimensione che permette di tatuare su larga scala, impiegando meno tempo rispetto ad aghi tradizionali e danneggiando meno l’epidermide. Infine il terzo giurato e ospite d’eccezione della convention è un altro grande del tattoo e fondatore della più importante convention francese “Mondial du Tatouage”, l’artista Tin-Tin, che iniziò a tatuare a 20 anni durante il servizio militare e continua senza sosta da oltre 30. Un maestro indiscusso dell’arte del tatuaggio e nel suo studio di Pigalle a Parigi ha tatuato John Galliano, Paul Gaultier, la star del rap Joey Starr, il produttore Philippe Starck.

La convention, che raccoglie tatuatori da tutte la parti del mondo, è un occasione unica per il pubblico bolognese per farsi tatuare da alcuni dei migliori artisti internazionali dell’inchiostro. Saranno infatti presenti: dalla Thailandia, dove l’arte del tatuaggio è sacra da millenni, Arjan Pi Bangkating, monaco buddista attivo tra Bangkok e Chiang Mai, che ha cominciato a tatuare a 21 anni, realizzando solo tatuaggi sacri, i SakYant, cioè disegni che curano, proteggono, rafforzano l’anima; la tatuatrice brasiliana Monique Peres, enfant prodige della macchinetta, che ha iniziato a tatuare a 12 anni e con il suo stile neo-traditional ha conquistato le giurie delle migliori convention mondiali; Jo Arancibia, dal Cile, che lavora attualmente presso lo studio Tattoo Experience ad Ancona, nasce come tatuatore autodidatta e il suo stile eclettico combina elementi realistici, neo-traditional, attingendo dalla tradizione giapponese e orientale;anche il Giappone sarà presente grazie alla maestria di Ichibay,  i cui  tatuaggi in pieno stile orientale prendono spunto dalla tradizione pittorica giapponese, concolori vivaci e saturati, linee geometriche e armoniose, facendoli sembrare quasi di carta; dall’Inghilterra arriva invece la tatuatrice Jenna Kerr, punta di diamante del “Devil in the DetailTattoo Studio” di Stoke on Trentl, la cui tecnica ipercolorata e sfavillante colpisce l’immaginario; dalla Spagna arriva Jondix, che si è formato in Grecia dai maestri tatuatori Tas Danazoglou e Mike the Athens, ha viaggiato fra la Thailandia e il nord dell’India, imparando le tecniche di disegno e pittura orientali; mentre tra i tanti italiani sarà presente Alan Ferioli, il cui stile neo-traditional dai contorni definiti, i colori pieni ed intensi, è stato più volte premiato dalla critica internazionale; Amanda Toy, allieva del maestro tatuatore triestino RudyFritsch, dallo stile ludico e dal gusto retro-pop e Vale Lovette che si caratterizza per rimandi naturalistici filtrati attraverso una sensibilità tra il gotico ed il romantico.

I tatuatori bolognesi saranno invece 22 appartenenti a 14 studi cittadini, che ben testimoniano come l’Emilia – Romagna sia una delle regioni in Italia con il maggior numero di tatuati.

Nei giorni della manifestazione sono in programma anche alcuni show (performance e concerti) e due workshop, uno dedicato alle tecniche di pittura del teschio con colori ad olio (venerdì 6 aprile ore 16.00) e l’altro di pittura dal vero (sabato 7 aprile ore 14.00), tenuti da Shawn Barber: l’artista e tatuatore di Los Angeles, che sarà per la prima volta in Italia, da anni è impegnato nella documentazione della cultura contemporanea del tattoo attraverso la pittura ad olio di ritratti e nature morte, condotte in uno stile pittorico tradizionale.

I contest

Nel w-end si accende la competizione e i tatuatori si sfideranno per conquistare la giuria, composta da Filp Leu, Luke Atkinson e Tin-Tin,che premierà i migliori lavori eseguiti durante i tre giorni della convention. Novità assoluta di questa edizione è la categoria best old tattoo, che premierà il miglior tatuaggio antecedente al 2000.

Sabato 7 aprile dalle 17.00 sarà possibile iscriversi per le seguenti categorie:

– BEST BLACK (ornamental and tribal)
– SMALL COLORED
– BLACK AND GREY
– REALISTIC
– BEST OF THE DAY
Il contest inizierà alle 19.00 mentre dalle 20.30 si terrà la premiazione.

Domenica 8 aprile dalle 16.00 saranno queste le categorie in gara:

– LARGE PIECE
– ORIENTAL
– TRADITIONAL
– BEST OLD TATTOO
– BEST OF THE SHOW
Inizio del contest alle 18.00 e premiazione dalle ore 20.00.

Gli eventi collaterali

La convention si arricchisce anche quest’anno di una serie di eventi collaterali che animeranno gli spazi dell’Unipol Arena. Nel palco centrale, dove si terranno le premiazioni dei contest e le esibizioni live, a condurre ci sarà Andrea Rock, storico dj di Radio Deejay, insieme ai due organizzatori. Ecco gli eventi in programma.

Venerdì 7 aprile alle 16.30 (e in replica l’8 aprile alle 14.30) il corpo di danza thailandese si esibirà nella Fon Pang: una danza in adorazione del Buddha della regione settentrionale Pang. Ad accendere la serata del venerdì, dalle 17.30, l’esibizione live della band bolognese Lucky Strike, con le loro sonorità neorockabilly; a seguire, alle 21.30 i 7th break, trio punk rock/alternative, che unisce melodie orecchiabili ad atmosfere più dark, ritmi incalzanti ed una scarica di energia da vendere.

Sabato 8 aprile alle 15.30 si terrà l’esibizione della performer giapponese Sana Sakura. Alle 16.30 l’esibizione dei Coffeekillers con rock’n’roll italiano allegro e scanzonato.

Durante i tre giorni della convention sarà presente “Farben”Fabrizio Magnani, visual artist, performer, fra i migliori 100 illustratori del mondo nell’editoria fiction che personalizzerà e trasformerà in un oggetto unico capi di abbigliamento e molto altro.

Gli ideatori della convention: Marco Leoni e Genziana Cocco

Marco Leoni ha iniziato a sperimentare con i tatuaggi all’inizio degli anni ’70, viaggiando tra India e Brasile, dove si mette alla prova e con successo anche come pittore, fino alla scelta di aprire il proprio studio di tatuaggi, “You Tattoo”, diventando un punto di riferimento per molti tatuatori brasiliani e non solo. Sempre in viaggio tra America Latina, India, Giappone e Tailandia, collaborando con i più grandi del tattoo, da Hanky Panky a Morbella, da Spider Webb a Luke Atkinson. Nel 1990 organizza la prima Tattoo Convention brasiliana a San Paolo e un anno dopo torna in Italia, a Bologna, per fondare il suo studio “Body Markings” e organizzare nel 1993 la seconda edizione della Tattoo Convention. Vive tra Bologna e il Madagascar.

Genziana Cocco, bolognese, è stata attirata fin da giovane dall’arte, dalla pittura e dal design, andando a vivere in Brasile a 16 anni dove subito ha iniziato a tatuare con Marco Leoni nel suo studio brasiliano. Nel 1992 torna in Italia e si unisce alla compagnia Mutoid Waste Company, famosi per le loro sculture giganti fatte di materiali di scarto e vecchi macchinari. Dal ’93 al ’97 tatua nella scena underground berlinese, per poi iniziare a viaggiare in Giappone, ospite del “TokyoHardCore” tattoo studio e della convention da loro organizzata, a cui parteciperà ogni anno fino al 2013. Dal ’92 al 2016 ha viaggiato il mondo partecipando alle più grandi tattoo convention d’Europa e internazionali e collaborando a progetti artistici che fondono arte e tattoo come “Art Fusion experiment” di Filip e Titine Leu. Nel 2004 ha aperto in via San Felice a Bologna il suo studio di tattoo “SundanceTattoo”, tuttora attivo per tatuaggi personalizzati.

Angelo La Rovere won the Best of Show Tattoo 2016

Mater Medusa Tattoo won the Best of Show 2017

SEE MORE BEST OF SHOW TATTOOS HERE

LATEST NEWS

3 months ago

Tattoo Expo Bologna

Exhibition: SANA SAKURA
Ore 15.30
... See MoreSee Less

Exhibition: SANA SAKURA
Ore 15.30

3 months ago

Tattoo Expo Bologna

Grazie ad Andrea Rock from Virgin Radio

Unipol Arena
#tattooexpobologna2018
... See MoreSee Less

 

Comment on Facebook

Vincenzo Passalacqua 😉

3 months ago

Tattoo Expo Bologna

È un onore per la #tattooexpobologna2018
Avere giudici di questo calibro

#filipleu
#lukeatkinson

Unipol Arena
... See MoreSee Less

È un onore per la #tattooexpobologna2018
Avere giudici di questo calibro#filipleu
#lukeatkinsonUnipol Arena

3 months ago

Tattoo Expo Bologna

Un onore essere presentati da ANDREA ROCK from Virgin Radio

#tattooexpobologna2018 Unipol Arena
... See MoreSee Less

2018 PHOTO COVERAGE BY FABIO MAGGI

Leave a comment

VIDEO

Leave a comment

2018-04-13T10:32:12+00:00 6 Apr 2018|Italy|