La Spezia Tattoo Show

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
FILTER BY COUNTRY
★TOP★
Albania
Argentina
Australia
Austria
Belarus
Belgium
Bolivia
Brazil
Bulgaria
Canada
Chile
China
Colombia
Costa Rica
Croatia
Cyprus
Czech Republic
Denmark
Dominican Republic
Ecuador
Egypt
Finland
France
French Polynesia
Germany
Greece
Guatemala
Hong Kong
Hungary
Iceland
India
Indonesia
Ireland
Italy
Japan
Korea
Lebanon
Liechtenstein
Lithuania
Luxemburg
Malaysia
Malta
Mexico
Monaco
Nepal
Netherlands
Netherlands Antilles
New Zealand
Nicaragua
Norway
Panama
Peru
Philippines
Poland
Portugal
Puerto Rico
Romania
Russia
Serbia
Singapore
Slovakia
Slovenia
South Africa
Spain
Sri Lanka
Suriname
Sweden
Switzerland
Taiwan
Thailand
The Bahamas
Turkey
Ukraine
United Kingdom
United States
Uruguay
Venezuela
Vietnam
Awesome Shares

02 March • 04 March 2018

INFO

Spezia Expo’
Via del Canaletto 120
19126 La Spezia
Italy

   WEBSITE   FIND HOTEL

la spezia tattoo show

ORARIO

Venerdì 2 Marzo 14,00 – 23,00
Sabato 3 Marzo 11,00 – 23,00
Domenica 4 Marzo 11,00 – 22,00

Ryan Smith won the Best of Show Tattoo at La Spezia Tattoo Show 2016

Sara Petruccelli won the Best of Show Tattoo at the La Spezia Tattoo Show 2017

SEE MORE BEST OF SHOW TATTOOS HERE

LATEST NEWS

THE VILLAGE – struttura convenzionata
Casa Vacanze The Village, offre ampie camere e appartamenti in villa circondata dal verde, arredamento etnico tribale e caraibico. Il Giardino è attrezzato con amache e barbecue, inoltre dispone di parcheggio privato per i clienti. Referente per prenotazioni Sig.a Elena.
Struttura convenzionata con il Tattoo Show
25 euro a persona, in fase di prenotazione specificare convenzione Tattoo Show
The Village – Casa Vacanze
Follo – La Spezia
Via Brigate Partigiane, 94
+39 339.6524367
... See MoreSee Less

Corso aperto a tutti coloro che si sentono in bisogno di migliorare il proprio bagaglio tecnico. Tatuatori, shop manager, collaboratori ma anche tattoo suppliers e addetti del settore. Per iscrizioni scrivere a info@tattooshow.it

Il Tatuatore è spesso esposto a gravi rischi legali senza saperlo o crede di essere al sicuro perché confida nelle proprie capacità, nella qualità del servizio offerto e nella fiducia, da parte dei clienti, che ha saputo conquistarsi negli anni.
Da qualche anno il tatuaggio si è estremamente diffuso non solo al livello di business ma sopratutto a livello sociale. Questo vuol dire che è sempre più difficile trovare persone di un età compresa tra i 15 e i 45 anni che pensano che il tatuaggio sia da “galeotti” o da “criminali”. Chi non si tatua non lo fa perché non gli piace, ha paura o non gli interessa. Quindi, con rarissime eccezioni, il tatuaggio è una pratica non normale ma piuttosto comune che non si ammanta più di quell’aurea di trasgressione e clandestinità che la caratterizzava fino a pochi anni fà.
In ragione di questo, anche la figura del tatuatore, pur rimanendo affascinante, non è più “romanticamente temuta” come prima per cui il cliente, che ora può avvalersi di fonti di informazioni variegate e diversificate nell’affidabilità, è più consapevole di quello che vuole o meglio di quello che PRETENDE in quanto PAGA. D’altra parte il tatuatore non è sempre adeguatamente formato sulle proprie responsabilità civili e penali nei confronti del cliente e spesso è convinto che quello che fa sia ineccepibile e inattaccabile. Eppure molti tatuatori usano vaselina, oppure i flaconi dei loro colori non hanno l’etichetta in italiano, oppure usano acqua potabile per diluire i neri, oppure usano pennarelli a base di alcol per il “freehand”, oppure usano anestetici e consigliano pomate per la cura del tatuaggio.
Questo ha comportato un aumento delle denunce da parte di clienti scontenti per varie ragioni i quali chiedono risarcimenti anche cospicui per tatuaggi realizzati male o che hanno avuto conseguenze sanitarie più o meno gravi.
Se il cliente trascina in tribunale il tatuatore, questo ha pochissimi strumenti per difendersi da un’accusa, per esempio di infezione causata da un lavoro igienicamente scorretto.
La certezza che il cliente non possa dimostrare che il tatuaggio sia stato eseguito dal tatuatore accusato e in realtà una leggenda che esporrebbe il tatuatore a controlli e verifiche, anche fiscali, molto più accanite da parte della vigilanza relativamente coinvolta.
Lo scopo di questo corso è quello di insegnare a strutturare il proprio lavoro seguendo delle procedure standard controllate e verificabili che, se eseguite correttamente fino in fondo, smonterebbero logicamente qualsiasi accusa da parte del cliente che dovesse lamentare un’infezione post tatuaggio o un risultato indesiderato.
Durante il corso, verranno spiegate tutte le procedure di lavoro a partire dal colloquio che il tatuatore ha con il cliente al momento dell’accordo per il tatuaggio;
Verrà chiarito come e cosa deve dire il tatuatore e cosa deve lasciar scritto al cliente;
Verrà consegnato un adeguato modulo base per segnare l’appuntamento, il quale conterrà una serie di informazioni che il tatuatore è obbligato a fornire al cliente molto prima del giorno del tatuaggio.
Si spiegherà come deve essere allestito il banco in un ottica di responsabilità civile e penale;
Quando e in che modo deve essere “somministrato” il consenso informato;
Come deve procedere il tatutore durante l’esecuzione del tatuaggio sempre in u ottica di inattaccabilità legale;
Si spiega quale tipologia di assistenza post-tatuaggio il tatuatore è tenuto ad offrire al cliente;
Come gestire i consensi informati raccolti.
... See MoreSee Less

Corso aperto a tutti coloro che si sentono in bisogno di migliorare il proprio bagaglio tecnico. Tatuatori, shop manager, collaboratori ma anche tattoo suppliers e addetti del settore. Per iscrizioni scrivere a info@tattooshow.itIl Tatuatore è spesso esposto a gravi rischi legali senza saperlo o crede di essere al sicuro perché confida nelle proprie capacità, nella qualità del servizio offerto e nella fiducia, da parte dei clienti, che ha saputo conquistarsi negli anni.
Da qualche anno il tatuaggio si è estremamente diffuso non solo al livello di business ma sopratutto a livello sociale. Questo vuol dire che è sempre più difficile trovare persone di un età compresa tra i 15 e i 45 anni che pensano che il tatuaggio sia da “galeotti” o da “criminali”. Chi non si tatua non lo fa perché non gli piace, ha paura o non gli interessa. Quindi, con rarissime eccezioni, il tatuaggio è una pratica non normale ma piuttosto comune che non si ammanta più di quell’aurea di trasgressione e clandestinità che la caratterizzava fino a pochi anni fà.
In ragione di questo, anche la figura del tatuatore, pur rimanendo affascinante, non è più “romanticamente temuta” come prima per cui il cliente, che ora può avvalersi di fonti di informazioni variegate e diversificate nell’affidabilità, è più consapevole di quello che vuole o meglio di quello che PRETENDE in quanto PAGA. D’altra parte il tatuatore non è sempre adeguatamente formato sulle proprie responsabilità civili e penali nei confronti del cliente e spesso è convinto che quello che fa sia ineccepibile e inattaccabile. Eppure molti tatuatori usano vaselina, oppure i flaconi dei loro colori non hanno l’etichetta in italiano, oppure usano acqua potabile per diluire i neri, oppure usano pennarelli a base di alcol per il “freehand”, oppure usano anestetici e consigliano pomate per la cura del tatuaggio.
Questo ha comportato un aumento delle denunce da parte di clienti scontenti per varie ragioni i quali chiedono risarcimenti anche cospicui per tatuaggi realizzati male o che hanno avuto conseguenze sanitarie più o meno gravi.
Se il cliente trascina in tribunale il tatuatore, questo ha pochissimi strumenti per difendersi da un’accusa, per esempio di infezione causata da un lavoro igienicamente scorretto.
La certezza che il cliente non possa dimostrare che il tatuaggio sia stato eseguito dal tatuatore accusato e in realtà una leggenda che esporrebbe il tatuatore a controlli e verifiche, anche fiscali, molto più accanite da parte della vigilanza relativamente coinvolta.
Lo scopo di questo corso è quello di insegnare a strutturare il proprio lavoro seguendo delle procedure standard controllate e verificabili che, se eseguite correttamente fino in fondo, smonterebbero logicamente qualsiasi accusa da parte del cliente che dovesse lamentare un’infezione post tatuaggio o un risultato indesiderato.
Durante il corso, verranno spiegate tutte le procedure di lavoro a partire dal colloquio che il tatuatore ha con il cliente al momento dell’accordo per il tatuaggio;
Verrà chiarito come e cosa deve dire il tatuatore e cosa deve lasciar scritto al cliente;
Verrà consegnato un adeguato modulo base per segnare l’appuntamento, il quale conterrà una serie di informazioni che il tatuatore è obbligato a fornire al cliente molto prima del giorno del tatuaggio.
Si spiegherà come deve essere allestito il banco in un ottica di responsabilità civile e penale;
Quando e in che modo deve essere “somministrato” il consenso informato;
Come deve procedere il tatutore durante l’esecuzione del tatuaggio sempre in u ottica di inattaccabilità legale;
Si spiega quale tipologia di assistenza post-tatuaggio il tatuatore è tenuto ad offrire al cliente;
Come gestire i consensi informati raccolti.

23 hours ago

Tattoo SHoW La Spezia

... See MoreSee Less

1 day ago

Tattoo SHoW La Spezia

250 Tatuatori all'opera sulla vostra pelle, body painting, body arts, Burlesque Shows e spettacoli d'intrattenimento

TaTToo SHow La SpeziaMarch 2, 2018, 3:00pmTattoo SHoW La Spezia250 Tatuatori all'opera sulla vostra pelle, body painting, body arts, Burlesque Shows e spettacoli d'intrattenimento
... See MoreSee Less

TaTToo SHow La Spezia

3 days ago

Tattoo SHoW La Spezia

... See MoreSee Less

Volete pernottare a La Spezia durante la manifestazione? Ecco l'lelenco degli Hotels convenzionati...

www.tattooshow.it/hotels/
... See MoreSee Less

Volete pernottare a La Spezia durante la manifestazione? Ecco llelenco degli Hotels convenzionati...http://www.tattooshow.it/hotels/

3 days ago

Tattoo SHoW La Spezia

... See MoreSee Less

Leave a comment

INSTAGRAM LIVE FEED

Leave a comment

2017-12-14T05:24:08+00:00 2 March 2018|Italy|